giovedì 23 giugno 2016

Ultima poesia

                                                                    La scuola


La scuola è un godimento
si impara ogni momento,
durante le spiegazioni
non si sente mai un lamento.

Matematica per diletto
me la studio ma non son perfetto;
storia e geografia
sono la vita mia.

La scuola è una rottura
ci si annoia a dismisura
in particolare nella lettura.

Ah quando è l' ora della lettura?
ginnastica e ricreazione
ah,che liberazione.
(Bortone E. Bortone A.)

Con questa filastrocca le maestre augurano a tutti buone vacanze e un felice nuovo cammino....

venerdì 3 giugno 2016

RICORDIAMO IL COMPLEANNO DELLA COSTITUZIONE..


Stamani in aula magna i rappresentanti della Scuola Primaria Salvo D'Acquisto e della Sanminiatelli hanno illustrato, davanti alle classi quarta e quinta delle rispettive scuole e alle insegnanti, il lavoro eseguito in gruppo sulla Costituzione e sul suffragio universale.



Naturalmente erano presenti sia il sindaco che gli assessori.
Alla fine, dopo aver ascoltato un rappresentante dell'A.N.P.I, che ci ha illustrato con parole semplici il motivo per cui gli Italiani nel 1946 scelsero la Repubblica e che ci ha fatto conoscere attraverso foto d'epoca sia i partigiani locali che il desolante paesaggio del dopoguerra dei nostri territori, il sindaco ha donato ad ogni classe una copia della Costituzione per bambini con l'introduzione di Teresa Mattei, nostra conterranea e la più giovane costituente.

martedì 31 maggio 2016

A TUTTA PULIZIA



Anche quest'anno abbiamo pulito il giardino della scuola per sensibilizzarci sulla necessità di tutelare l'ambiente; in questa occasione però c'era poco "sporco", forse perché recentemente gli operai del Comune hanno tagliato l'erba, aspirando così anche le eventuali cartacce sparse sul terreno. Ci siamo perciò dedicati alla cura del nostro bancale.

A CONCLUSIONE DI UN CAMMINO..


Lunedì scorso abbiamo avuto l'ultimo incontro con la dott.ssa Simona Orlandi che ci ha guidato,  in questi cinque anni,  in un percorso di consapevolezza sui nostri sentimenti, belli e brutti, sulla necessità della condivisione e del'ascolto dell'altro, supportando il lavoro che le insegnanti  svolgono quotidianamente in   classe su tali tematiche.

E' stato un progetto proficuo per la nostra  maturazione. Grazie Simona!....

mercoledì 18 maggio 2016

SULLO SCAVO...



Martedì 17 maggio abbiamo fatto l'ultima uscita didattica sullo scavo archeologico di Parlascio: ecco le archeologhe che ci accolgono e cominciano ad illustrare il proprio lavoro, pronte a soddisfare anche tutte le nostre curiosità.

mercoledì 11 maggio 2016

L'ULTIMA LEZIONE DI MUSICA


Per l'ultima lezione con l'esperto di musica, siamo andati in palestra e qui abbiamo eseguito un gioco sul ritmo con la palla

RACCOGLIAMO....


Il nostro bancale ha dato i suoi frutti: eccoci intenti nella raccolta dei primi baccelli!

martedì 10 maggio 2016

VISITA AL "MINI-MUSEO "......


Venerdì 6 u.s. siamo andati a un "mini-museo etrusco"dove due ragazze ci hanno mostrato reperti archeologici della nostra zona.

venerdì 29 aprile 2016

AL CONSIGLIO DEI RAGAZZI...


Stamani alle 9:30 in Aula Magna, noi del Consiglio dei Ragazzi ci siamo riuniti con  il sindaco e altri assessori.
Era la seconda volta che ci incontravamo ed ogni rappresentante ha portato le proprie istanze, precedentemente raccolte da ogni classe del proprio plesso.

 Abbiamo introdotto il discorso della Costituzione e ci siamo divisi in gruppi; come argomenti, per il prossimo incontro, ci hanno assegnato:il referendum, la Costituzione e il diritto di voto alle donne.
 Per la prossima volta ognuno si deve informare sul proprio argomento: il mio è il referendum.

 Abbiamo, anche, affrontato l'argomento sugli  spazi attrezzati, per il  gioco di tutte le località.

mercoledì 20 aprile 2016

GITA A BARATTI!

Eccoci a Baratti: finalmente una gita di un giorno! Nella foto, per la prima volta, ci sono anche le nostre insegnanti, se guardate con attenzione.

INCONTRO CON L'AUTORE


Mercoledì, 13 aprile ci siamo recati alla biblioteca di Casciana Terme dove abbiamo avuto l'incontro con l'autore Teo Benedetti, in ambito progetto Bibliolandia..
E'stato un incontro interessante e divertente perché l'autore era simpatico ed accattivante nell'esporre ..
Dalla foto purtroppo non vediamo bene la figura, ma la sua faccia oltre ad essere giovane e barbuta, aveva un'espressione arguta e simpatica...

mercoledì 6 aprile 2016

ARCHEOIMPARANDO

Giovedì scorso è iniziato un progetto, suddiviso per noi alunni di quinta in tre incontri, che ci mostrerà cose interessanti sulla storia del nostro territorio.


 Ecco l'archeologa che si occupa degli scavi etruschi di Parlascio mostrarci un cartello con la scrittura degli Etruschi: noi copieremo le lettere componendo il nostro nome su una sottile lamina di plastilina, precedentemente stesa.

mercoledì 23 marzo 2016

GLI AUGURI PASQUALI.....

Per augurare una Pasqua serena alle nostre famiglie, abbiamo pensato di creare un biglietto che riproduce un prato fiorito, al cui interno abbiamo scritto alcuni pensieri di Madre Teresa di Calcutta.


Ecco un esempio di biglietto finito: manca soltanto la confezione che prevede l'inserimento in una bustina di cellofan, chiusa da una farfalla o una colomba che poi verrà messa sui fiori per completare il quadro primaverile.....


I NOSTRI LAVORI FINITI

Ora possiamo pubblicare, come promesso, i manufatti del laboratorio tecnico-espressivo.



Ecco il lavoretto per la festa del papà: una busta a mo' di giacca in cartoncino colorato con sotto una T-shirt in carta velina (quanta pazienza per non strappare quel delicato foglio di carta!) che custodiva un biglietto o una poesia composta individualmente ed un portachiavi da noi costruito con materiale di riciclo ( cialde di caffè, naturalmente usate)
Le cravatte sono state approntate con la piegatura ( origami) del cartoncino; l'effetto è stato davvero simpatico e d'impatto.

mercoledì 16 marzo 2016

I NOSTRI TESTI PIU' INTERESSANTI ...

Fra i racconti autobiografici scritti ultimamente, questi sono i più" interessanti" :

Ho provato una grandissima fitta al cuore quando alla mia mamma è arrivato un messaggio su cui c' era scritto che c' era un gatto grigio morto sulla strada. Mamma e babbo sono andati a cercarlo. Era lì. Morto. Ancora caldo. Quando sono ritornati mamma si è messa a piangere mentre babbo era tranquillo, calmo come se niente fosse. Io ero disperata: era come se il mio miglior amico fosse morto e da tanto che mi dispiaceva non riuscivo nemmeno a piangere. Oggy, il gatto, era il mio migliore amico per molti aspetti: quando ero triste e/o piangevo lui mi consolava giocando un po' con me; mi ascoltava anche quando aveva voglia di giocare; la sera, di venerdì, quando si guardava un film di paura lui, si metteva sulle mie ginocchia a tremare come un pulcino...
 Ormai è passato molto tempo da quando è morto Oggy, però il dolore non è passato, anzi è aumentato e tutte le notti io ci piango sperando che babbo e mamma si convincano a prendere un nuovo gatto anche se io e le a mia famiglia sappiamo che quasi sicuramente ci morirà.
Io so per certo che Oggy non lo dimenticherò mai !
Era dolce e premuroso ed ora che non c' è più, sento che dentro il mio cuore manca qualcosa di molto grande. Mi consolo con la musica e anche Anita ha trovato un " rimedio " a Oggy : tutti i peluche che ha ora sono stati comprati negli ultimi cinque  mesi. Oggy era veramente il migliore amico che si potesse avere .
 Mi chiedo se sia solo un caso che gli animali durino così poco?
 Mi rispondo da sola : no, perché  Cirillo, un gatto persiano, è morto a venti anni.
Saranno i certosini che muoiono prima di un anno, ma resterà sempre nel mio cuore!
(Vittoria)

lunedì 14 marzo 2016

MUSICANDO......

Due settimane fa ha avuto inizio il progetto musica: l'anno scorso abbiamo dedicato le ore del progetto all'ascolto degli strumenti e delle melodie, quest'anno affronteremo il ritmo ed il movimento attraverso giochi che "allenano" l'attenzione, la concentrazione, la coordinazione .....





Questo è il gioco del foglietto....


mercoledì 9 marzo 2016

TUTTI AL LAVORO..


Sono cominciati i laboratori tecnico-espressivi: abbiamo lavorato sui progetti precedentemente testati da un gruppo di nostri compagni che hanno fatto i tutor e ci hanno aiutato a portare a termine i nostri prodotti.

sabato 27 febbraio 2016

ANTARTIDE - IL RITORNO

Domani salirò sulla nave che mi dovrà portare verso casa, ormai manca solo il viaggio di ritorno, l'opera è quasi finita, mancano solo i saluti a tutti voi che mi avete seguito e fatto compagnia ed io vi ringrazio con tutto il cuore.

Ma come ogni persona che scrive una canzone,  scrive un libro, dipinge un quadro, lo dedica a qualcuno, io voglio dedicare a tutta la mia famiglia da mia moglie ai miei figli questo diario e questa missione. 

Anche loro come me o forse di più, hanno dovuto collaborare,  rinunciare ad una cosa molto importante che niente e nessuno può ridargli, l’affetto di questi 4 mesi. 

Mi sono perso  piccole cose forse, ma molti importanti, il compleanno delle gemelle, i lavoretti di Natale a cui ogni anno ho dato il mio piccolissimo contributo,  però quelli di quest’anno li ho visti per foto e le gemelle ne hanno fatto qualcuno in più per me. 

Mi sono perso le sere sul divano davanti al camino con loro che si addormentano tra le mie braccia, con le litigate su chi si deve mettere a sinistra, chi a destra ed il terzo addosso, con la mamma che dice: "Ma portali a letto, non li far addormentare così".  

Mi sono perso il controllo dei loro compiti, che quando chiedo: "Mi fate vedere cosa dovete studiare", come sono contenti di farmi vedere i voti che hanno preso a scuola. 

Tutto questo ed altro è mancato a me ed a loro, ma se io sono qui è anche per  loro, non solo per mio senso d’avventuriero. 

Vi garantisco che tutto questo  ha anche degli effetti  negativi.  La moglie, lavorando, con tre figli da sola, le gemelle quest’anno hanno dovuto rinunciare a fare un po’ di sport ed a me è dispiaciuto molto. Abbiamo tutti rinunciato a qualcosa per poi avere dei risultati in futuro.  Ecco perché ringrazio  tutta la mia famiglia e spero di recuperare in parte il tempo perso, anche sé sarà impossibile.

venerdì 26 febbraio 2016

ANTARTIDE - LA E-MAIL DI OGGI


Ciao bimbe e bimbi,
ormai siamo alla fine, questi giorni sono stati molto movimentati, abbiamo ricontrollato tutti i trattori e scritto quello che non andava, così per la prossima missione i francesi portano  i ricambi che mancano.  

giovedì 25 febbraio 2016

ANTARTIDE - ALTRE SUGGESTIVE FOTO


UN PENSIERO PROFONDO :DA ME... A ME


Goditi sempre la vita ,
anche se, certe  volte,
può essere dura .

Lavora sodo
per guadagnarti ciò che
ti rende felice.

Ama spesso,
per non sentirti ,
sola, abbandonata nel nulla.

Sii libera e,
non farti mai condizionare da ciò
 che ti dicono gli altri e da ciò che,
 gli altri pensano di te.

Desidera di librarti nel cielo infinito
senza nessuna preoccupazione e pressione.

Non farti mai abbattere dai dispiaceri della vita
e continua ad esprimere con i tuoi sorrisi,
tutte le emozioni:
sorridi sempre!

Sii felice per quello che ti potrebbe capitare
perché il futuro è tutto da scoprire
e anche di quello che hai già,
perché è una fortuna che tu abbia tutto questo..

Affronta ogni problema ed ogni rancore
con serenità,perché,
prima o poi, tutto passa.

Non smettere di sognare,
immaginare e fantasticare,
perché, nella tua mente,
potresti creare il tuo mondo
pieno di cose fantastiche:
un mondo esclusivo e perfetto.

Utilizza questi consigli,
potrebbero aiutarti a riflettere
e a prendere la tua vita futura
in modo nuovo e diverso!
(NOEMI)


mercoledì 24 febbraio 2016

USCITA DIDATTICA A LIBBIANO

Lunedì 22 u.s. ci siamo recati all'osservatorio astronomico di Libbiano per renderci un po' più consapevoli del sistema solare, delle distanze dei pianeti e della loro formazione, essendo questo parte del programma di quest'anno. 



martedì 23 febbraio 2016

NEL LABORATORIO TECNICO-ESPRESSIVO

Mentre i nostri compagni si dedicavano al quilling, noi abbiamo provato a realizzare il prototipo del lavorino per la festa del papà.
   









COME GLI ETRUSCHI....

Quando a storia abbiamo parlato dell'artigianato presso al civiltà etrusca, ci siamo incuriositi alla tecnica della filigrana, usata per i monili in oro ed argento, così abbiamo ricercato una tecnica che si avvicinasse a tale lavorazione e abbiamo scoperto il QUILLING.

 Eccoci al lavoro dopo aver visto il tutorial su tale tecnica.

domenica 21 febbraio 2016

DALL'ANTARTIDE: DIARIO DAL 13 AL 21 FEBBRAIO


Sabato 13 febbraio 2016
Temperatura  meno 39 gradi.  Freddo pungente sicuramente, perché accompagnato da un venticello non male, visto l’esperienza fino ad oggi potrei dire intorno ai 100 km orari.  

mercoledì 17 febbraio 2016

I NOSTRI TESTI AUTOBIOGRAFICI

LA PRIMA VOLTA A SCUOLA
Il mio primo giorno di scuola, non sapevo l'italiano quindi parlavo in cinese .
Quando sono entrato in classe, avevo paura perché non sapevo l'italiano e le maestre mi accoglievano e chiedevano come mi chiamavo , ma io, impaurito non sapevo rispondere.Per fortuna c'era mio padre che rispondeva per me alle maestre.   Quando mi sono seduto, tutti mi guardavano e mi facevano mille domande che non capivo e a cui non sapevo rispondere: io stavo lì impalato zitto,zitto come se mi avessero tagliato la lingua. Poi avevamo fatto il gioco della palla cioè una persona passava la palla ad un compagno e quel compagno doveva dire il suo nome.
Quando me l'hanno passato, mi sono ricordato che dicevano "mi chiamo ....." ed io dissi "mi chiamo Paolo": che sollievo!, stavo anche sudando.Dopo siamo andati a mensa dove io mangiavo poco perché non ero abituato a mangiare quel tipo di cibo; durante la ricreazione andavo in  un posto dove pensavo e chiacchieravo con me stesso ed per questo l'ho chiamato "l'angolino del pensiero". Dopo la ricreazione, ricominciavamo a fare lezione;il mio compagno di banco era Serena ed imparavo tutto da lei; quando apriva lo zaino, lo facevo anch'io e quando prendeva il quaderno lo facevo anch'io; se avevo preso il quaderno o il libro sbagliato lei me lo diceva ma io, come al solito non capivo, per fortuna me lo prendeva Serena.
Suonata la campanella , seguivo i miei  compagni e l'unica cosa che sapevo era  che dovevo andare nel pulmino" F ": mi ero quasi perso, ma per fortuna avevo come riferimento alcuni miei compagni.Il mio primo autista era Stefano era un po' severo, perché sul pulmino c'era una confusione totale.
Arrivato a casa raccontai tutta alla mamma e a papà, ovviamente anche alla mia sorella; che giornata faticosa! (Paolo)

Il mio primo giorno di scuola è stato una cosa emozionante.
Mi sono alzata molto presto, la sera prima  avevo preparato la mia cartella con quaderni, matite astuccio pieno di penne nuove.
 Arrivata a scuola alle 8:30, ho visto tutti i miei compagni e la mia maestra Rosangela.
Siamo entrati in classe e ci siamo seduti.
Abbiamo iniziato a parlare delle nostre vacanze.
Mi ero seduta accanto ad Alessia e Nicole, poi abbiamo fatto un disegno, dove si descrivevano i luoghi in cui eravamo stati in estate.
La mattinata è passata velocemente,divertendoci con i miei compagni e la maestra e non abbiamo neanche sentito la campanella.Ad un tratto abbiamo sentito bussare la porta, era la bidella Paola che ci stava dicendo che il pulmino era già arrivato.
Noi "frettolosi" abbiamo preparato la cartella e siamo corsi fuori per salire sul pulmino salutandoci al volo, ma come primo giorno di scuola è stata una lezione indimenticabile.
Quando sono arrivata a casa ho raccontato alla mamma ogni particolare  di cosa era successo alla lezione.
Sono felice di avere una maestra così brava e dei compagni simpatici.  (Federica)

FOTO DALL'ANTARTIDE

ANTARTIDE - DIARIO 3 10 FEBBRAIO


Mercoledì 03 febbraio  2016
Questa mattina siamo riusciti a partire per le 08:40.  Viaggio tranquillo,  la cabina del trattore, un lato sinistro, è ghiacciato;  l’altro con la  bellissima giornata  è caldo,  perciò ho una parte  del mio corpo è più fredda e l’altra più calda.

venerdì 12 febbraio 2016

UNA MATTINATA PARTICOLARE


Ieri mattina siamo andati in aula magna per un incontro inter religioso con i rappresentanti delle religioni: ebraismo, cattolicesimo, cristianesimo, buddismo, e altre due religioni orientali. Scopo dell'incontro era parlare dell' importanza del ricordo per favorire la pace e l'armonia fra i popoli. Ogni rappresentante, dopo essersi brevemente presentato, ha spiegato cosa pensa la propria religione su questo argomento.

giovedì 11 febbraio 2016

BRUNDIBAR


Stamani ci siamo recati al teatro Odeon di Ponsacco per assistere alla rappresentazione dell'opera per bambini "BRUNDIBAR", organizzata dal CRED VALDERA, per le celebrazioni della "Giornata della memoria" e a coronamento di tutto il nostro lavoro su tale argomento. Per domani è prevista una conferenza inter religiosa alla quale parteciperemo e della quale daremo conto. 


 La scenografia che si è presentata ai nostri occhi era davvero suggestiva.....
In primo piano c'era il filo spinato ed in mezzo al palco due bambini con il pigiama a righe, immobili;sullo sfondo c'era un coro di bambini delle scuole di Ponsacco e di Pontedera che hanno collaborato alla rappresentazione e,davanti, in basso, l'orchestra, formata da archi (violini, violoncello e contrabbasso), chitarra classica, percussioni, piano,fisarmonica, flauto e clarinetto. Questa è stata anche un'occasione preziosa per vedere e sentire tutti quegli strumenti che abbiamo esaminato lo scorso anno.

lunedì 8 febbraio 2016

WALL-E


Stamani due nostri compagni ci hanno portato il loro robot con cui hanno partecipato alla FLL (First Lego league) di Pistoia. Ci hanno fatto vedere alcuni movimenti del robot e ci hanno illustrato la sua struttura.




venerdì 5 febbraio 2016

ULTIMATO IL CARTELLONE...



  I nostri elaborati sono finalmente terminati, sistemati su un bel cartellone: fra i disegni significativi spiccano due poesie ideate dalle nostre compagne.

SIAMO IN VIDEOCONFERENZA CON L'ANTARTIDE

Dopo due giorni di problemi con la connessione per la chiamata ITALIA-ANTARTIDE ce l'abbiamo fatta!(cambiando computer).



Ecco i fratelli Ferrara che aspettano con trepidazione di rivedere, dopo tanto tempo, il loro papà.

giovedì 4 febbraio 2016

mercoledì 3 febbraio 2016

IL GIORNO DELLA MEMORIA

Come ogni anno, il 27 Gennaio è dedicato alla memoria sulla Shoah e promuove la consapevolezza dell'anti- semitismo e la conoscenza dello sterminio di oltre sei milioni di Ebrei nei campi di concentramento e di sterminio nazisti.
In classe,come è consuetudine,abbiamo riflettuto,commentando il libro "La casa che guarda il cielo" e assistendo alla proiezione del film "Il diario di Anna Frank".Abbiamo ascoltato anche canzoni di autori contemporanei come:"Il Carmelo di Echt",di Battiato,"Fila la lana"De Andrè.......Abbiamo inoltre ricercato notizie sul "Cacciatore dei Nazisti",Simon Wiesenthal,un ingenere,scrittore anti-fascista austriaco che,sopravvissuto all'Olocausto, dedicò il resto della sua vita a ricercare i generali nazisti  per poterli sottoporre a processo.Si deve a lui la cattura dell'ufficiale della Gestapo responsabile dell'arresto di Anna Frank.La confessione di tale ufficiale aiutò a discreditare la voce che "Il diario di Anna Frank "fosse falso.

                                                         LE NOSTRE RIFLESSIONI

                                                            MANI

Mani trascinate via dalle loro case,
mani che tengono i figli e le borse
 con i pochi oggetti personali portati via in fretta e furia.
Mani aggrappate agli spiragli d'aria dei vagoni del treno.
Mani che stringono quelle delle madri
 che non vogliono lasciare quando vengono separate.
Mani che reggono un pezzo di pane,
unico pasto della giornata.
Mani che fanno il saluto nazista al passaggio dei guardiani delle SS.
Mani ferite dal filo spinato.
Mani che pregano il Signore
affinché niente di tutto ciò possa più accadere.
 (Lavinia)

Nel giorno della memoria , dobbiamo ricordarci che gli uomini sono tutti uguali, anzi, tutti i giorni dobbiamo pensarci su.
Ricordiamoci dell' Olocausto, delle persone che si sono sacrificate,di chi non ha fatto nulla.
Pensiamo a Hitler, a tutte le cattiverie che ha fatto, agli Ebrei che sono stati uccisi senza motivo e ai campi di concentramento, costruzioni orribili. Pensiamo ad Anna,una bambina ottimista che, anche sapendo di morire, pensava sempre al meglio.Pensiamo....Pensiamo alla guerra che esiste grazie alle persone che non hanno cuore e che a causa loro tante persone sono morte e moriranno.
La guerra è cattiveria.
                                                                                                                                  ( Benedetta e Nicole)

domenica 31 gennaio 2016

ANTARTIDE, DIARIO 23-31 GENNAIO


Sabato 23 gennaio
Siamo a Prud' Homme. Una settimana e si riparte, così dicono, ma bisogna vedere.
Io e Mirko dobbiamo sistemare i trattori e  fare il tagliando completo.  Salvo imprevisti ci vuole almeno un giorno di lavoro a trattore.